Tiziano a Palazzo Reale

Mostra
Apollo/Galileo: YX F2314   Worldspan: YX LINHG   Sabre: YX  Amadeus: YX MILHTG   Pegasus: YX 7823
prenota ora al miglior prezzo garantito!
usa il coupon
bellamilano
e risparmia subito il 20% rispetto a Booking.com

si viaggiare

Tiziano e le donne, ecco i due jolly su cui ha puntato Milano per far ripartire l’arte. Infatti, se è vero che in questi due anni di pandemia gli appuntamenti culturali non sono mancati (e alcuni di altissimo livello), è altrettanto vero che i numeri sono rimasti ben lontani da quelli pre-Covid. Come ha dichiarato al «Corriere» il neo assessore alla Cultura Tommaso Sacchi: nel 2019 i musei civici contavano un milione e mezzo di ingressi, nel 2021 mezzo milione; Palazzo Reale è passato dagli 870 mila visitatori del 2019 ai 280 mila del 2021. Benvenuto, quindi, al veneziano più famoso del Cinquecento e ai suoi contemporanei, dal 23 febbraio a Palazzo Reale con una grande mostra coprodotta dal Comune di Milano con Skira editore, in partnership con il Gruppo Bracco. Quarantasei dipinti firmati da Tiziano (una quindicina), Giorgione, Lotto, Tintoretto, Paolo Veronese, Palma il Vecchio, Bordone, Licinio (un vero parterre de rois), più grafiche, sculture, oggetti e libri, tutto incentrato sul fascino, unico e prepotente, delle donne veneziane del XVI secolo. Femmine di rara cultura e bellezza, femministe ante litteram, tra le poche in Italia e in Europa a vantare diritti sui figli, beni personali, libertà sociali, possibilità di studio (la veneziana Elena Cornaro fu la prima laureata al mondo). Potevano stipulare contratti, gestire attività (come fece Marietta Barovier con la sua azienda di vetri), e persino le cortigiane (dette «oneste» quando colte e salottiere, «di lume» quando esercitavano il mestiere di strada) erano rispettate. In questa società ricca, aperta e intellettuale Tiziano Vecellio (Pieve di Cadore 1488/1490-Venezia 1576), coltiva la sua arte: ispirandosi prima ai lavori di Giorgione, creando opere impregnate di tonalismo, in cui è il colore a costruire volumi e spazi prospettici; avvicinandosi poi al Manierismo, quella «bella maniera» grazie alla quale, secondo il Vasari, alcuni grandi artisti del Cinquecento arrivarono a superare i maestri dell’arte classica; e finendo con l’abbracciare una pittura libera, quasi impressionistica. In mostra sfilano nobildonne e «belle veneziane», fiere, gli occhi dritti in quelli dello spettatore, gli abiti scollati e colorati; «eroine e sante», da Lucrezia a Maria Maddalena, da Giuditta a Salomè, che raccontano le loro storie di passione e ferocia; e ancora «poetesse», «coppie» e «amori degli dei». Il percorso si snoda tra nove sezioni dai titoli evocativi, che alternano ai dipinti, sculture e incisioni. Queste ultime un preziosissimo catalogo firmato da Cesare Vecellio (cugino di Tiziano), in cui si possono ammirare donne di tutti i ranghi, con abiti tipici e pose studiate.

dettagli dell'evento
quando
dal 23/02/2022 al 05/06/2022
dove
https://vivimilano.corriere.it/mostre/tiziano-a-palazzo-reale-con-unintervista-a-sgarbi/
email
telefono
La meravigliosa città di Milano ti aspetta
Prezzo esclusivo per tutte le prenotazioni sul sito ufficiale dell'Hotel

Inserisci il codice coupon esclusivo 'bellamilano' e prenota sul nostro sito al milior prezzo garantito disponibile online!

Scopri cosa altro fare a Milano durante il tuo soggiorno nell'Hotel Genius Downtown
eventi
Mostra
Antonio Ligabue. L’uomo, l’artista
scopri di più sull'evento
Mostra
Marc Chagall. Una storia di due mondi
scopri di più sull'evento
Mostra
The world of Banksy. The immersive experience
scopri di più sull'evento
Mostra
La Nuova Galleria del Futurismo
scopri di più sull'evento

Prenota qui:
dal 10% al 25%
di sconto

prenota